Attualità // Ospedali

Ospedali intelligenti in sicurezza grazie a Bosch

Condividi

Impedire il furto di costose apparecchiature mediche, bloccare l'accesso di persone non autorizzate ad aree riservate ed informare la sala operatoria dell'arrivo di un elicottero: negli ospedali prima erano cose fattibili solo con soluzioni indipendenti e non digitali, ora grazie alla competenza di Bosch nel campo dell'Internet delle cose (IoT) sono possibili, con videocamere dotate di connessione intelligente, tecnologia video e molto altro. Secondo quanto stimato dalle compagnie assicurative, per le strutture ospedaliere di tutta Europa il furto di dispositivi endoscopici è causa di danni per milioni di euro. L'installazione di una tecnologia video basata su sensori nei corridoi e in corrispondenza degli accessi può fornire le prove per perseguire i criminali.

Un aspetto altrettanto importante è la prevenzione. Sistemi d'illuminazione con controllo intelligente, rilevatori di movimento connessi su porte e finestre e sistemi d'allarme anti-intrusione tengono alla larga i ladri, prevengono i furti e risparmiano agli operatori gli elevati costi che comporta la sostituzione di costose apparecchiature mediche. "L'Internet delle cose è finalmente arrivato negli ospedali" ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa Stefan Hartung, membro del Board e responsabile per il settore di business Energy and Building Technology di Bosch. Quindi ha aggiunto che sicurezza e protezione non sono gli unici benefici: le soluzioni connesse offrono agli ospedali anche una maggiore praticità ed efficienza. Bosch prevede di generare un fatturato intorno ai 100 milioni di euro nei prossimi anni grazie all'implementazione di progetti per ospedali intelligenti. E quest'anno, per l'intero settore di business Energy and Building Technology Bosch si attende un aumento del fatturato del 5% circa, pari a più del doppio della percentuale di crescita registrata lo scorso anno.

Un contributo alle strategie di digitalizzazione degli ospedali
Secondo uno studio condotto dalla società di consulenza Roland Berger, quasi il 90% degli ospedali ha sviluppato una strategia di digitalizzazione per aumentare la propria efficienza e performance economica che coinvolge anche le infrastrutture. "Vorremmo supportare queste ambiziose intenzioni, ed è proprio per questo motivo che incrementeremo le nostre attività di business nel campo dei prodotti e servizi connessi per gli ospedali. Con le nostre soluzioni intelligenti intendiamo contribuire a una migliore qualità della vita e una maggiore sicurezza e protezione negli ospedali, oltre che a una più attenta conservazione delle risorse" ha dichiarato Hartung.

Bosch: fornitore di servizi per ospedali intelligenti
Gli ospedali sono sottoposti a un'enorme pressione. Devono funzionare senza intoppi 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno. Sempre più pressati dall'esigenza di ridurre i costi, i direttori sanitari devono fare sì che i medici e gli infermieri si prendano cura dei pazienti, nonché proteggere il personale e preziose attrezzature e gestire in modo ottimale le infrastrutture. Grazie alle soluzioni per ospedali intelligenti, Bosch alleggerisce il carico di compiti di carattere tecnico e amministrativo che grava sulle strutture ospedaliere e sul personale. Anche i pazienti ottengono dei vantaggi dai nuovi servizi connessi di cui sono dotate le loro stanze, come i sistemi di infotainment interattivi.

Centrale di controllo connessa presso l'Ospedale universitario di Monaco
Nell'ospedale Rechts der Isar di Monaco, uno dei maggiori centri medici di tutta la Germania, una centrale di controllo connessa assicura una sorveglianza ottimale dei processi ospedalieri rilevanti per la sicurezza. Da questa centrale il personale può monitorare gli accessi, i sistemi interfono e le videocamere installate grazie a quattro monitor multischermo che consentono di tenere sotto controllo 34 tra ambulatori e reparti. Il sistema viene utilizzato anche per controllare i punti d'accesso rilevanti per la sicurezza. Inoltre, le videocamere e i monitor connessi registrano l'atterraggio degli elicotteri di soccorso, comunicano direttamente alla sala operatoria il loro arrivo e informano i membri del personale coinvolti. Per attivare queste nuove funzioni, Bosch ha aggiunto delle funzionalità Internet alle videocamere di sorveglianza non digitali esistenti e le ha messe in rete per creare un unico sistema. Ciò consente di risparmiare sulla spesa che avrebbe comportato l'acquisto di oltre 70 videocamere, abbassando i costi di esercizio della struttura e riducendo il carico dei collaboratori.

Climatec: un partner consolidato negli USA
In Nord America Climatec, una controllata di Bosch, è da tempo partner di Banner Health che, con 29 strutture in sette Stati, è uno dei maggiori enti no profit di assistenza sanitaria degli Stati Uniti. Bosch pianifica, sviluppa e integra soluzioni in ospedali nuovi e ristrutturati per conto di questo cliente. Presso 15 delle strutture Banner, Bosch fornisce apparecchiature per l'automazione degli edifici, il condizionamento dell'aria e il rilevamento degli incendi, oltre a sistemi di chiamata infermiere e infotainment per i pazienti: integrati, connessi e in un'unica soluzione. Lo scopo è quello di utilizzare soluzioni connesse che rendano confortevoli gli ambienti di cura dei pazienti e che siano al contempo economiche e affidabili.

L'ospedale NH di Bangalore ha ridotto i suoi costi energetici
Da dicembre 2016, Bosch è partner per le forniture energetiche di un centro di cure oncologiche a Bangalore, in India, che dispone di 750 letti e tratta circa 390.000 pazienti all'anno. Questa struttura fa parte della catena Narayana Hrudayalaya (NH), uno dei maggiori operatori sanitari dell'India con 30 ospedali dislocati in 18 sedi. Cuore del progetto è una soluzione energetica basata su sensori e software che assicurerà un alto grado d'efficienza nel lungo termine garantendo, allo stesso tempo, il massimo livello di praticità e comfort per i pazienti e il personale. Inoltre Bosch supporta la gestione della struttura nelle sue attività quotidiane con un innovativo sistema di gestione e monitoraggio dell'energia che permette un abbattimento dei costi del 12% circa. I membri del personale possono utilizzare i loro smartphone, tablet e portatili per accedere in qualsiasi momento ai dati energetici e attivarsi immediatamente se rilevano delle irregolarità.

Il posizionamento indoor può salvare delle vite
Insieme ad altri partner, Bosch è impegnata nello sviluppo di ulteriori servizi basati sull'Internet delle cose per il settore ospedaliero. Per esempio, nelle situazioni di emergenza, delle piccole soluzioni indoor possono consentire di localizzare le apparecchiature mediche che occorrono con urgenza e trasportarle in determinate aree di un ospedale. Il principio del posizionamento indoor consiste nel dotare di sensori apparecchiature mediche essenziali o altri oggetti. Sfruttando la tecnologia dei sensori, i dispositivi trasmettono ai medici e al personale infermieristico la loro posizione o condizione (per esempio lo stato della batteria) in tempo reale attraverso una rete interna o un cloud. Queste soluzioni velocizzano i processi negli ospedali e possono arrivare a salvare delle vite, perché in un'emergenza ogni secondo è vitale.

la Redazione

10.10.2017


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Sicurezza informatica: l’Italia a novembre peggiora nella classifica mondiale dei Paesi più attaccati

I dati del Global Threat Impact Index di novembre di Check Point® Software Technologies Ltd....

Affrontare l'inverno

L’inverno è una stagione che, grazie al freddo e al buio (anche se non li amiamo...

Paolo Vento: la forte presenza di Sicurit in Italia ed all'estero

A Fiera Sicurezza S News incontra Paolo Vento, Amministratore Delegato Sicurit. Forte la...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.