Attualità // Editoriale

Security, il pragmatismo del miglioramento continuo

Condividi

In un momento storico nel quale diventa sempre più evidente la centralità del ruolo della security, un aspetto, o meglio, un atteggiamento diventa discriminante nel saper far fronte e superare le emergenze: il pragmatismo.

A chi opera nel nostro campo, il ciclo di Deming è familiare. Bene in quel processo di Plan, Do, Check, Act sta molto di quel pragmatismo di cui si parlava poc’anzi. Anzi, si potrebbe dire che, se partiamo dal fatto che la sicurezza cerca il controllo ed il miglioramento continuo, il pragmatismo diventa la cifra di chi oggi vuole affrontare e sa superare l’emergenza che si sta vivendo.

Molti gli esempi di pragmatismo, evidenti o meno, che si possono trovare in questo numero 55 di S News, dove per pragmatismo intendiamo anche la capacità di adattarsi e di reagire, con competenza, alle improvvise situazioni, sapendo trovare una vincente soluzione. Se da una parte la teoria insegna, dall’altra il saperla mettere in atto fornisce la risposta. Ed è proprio in questa connessione tra conoscenza ed azione che il pragmatismo trova la sua identità.

Se poi a questo aggiungiamo una terza componente, una componente che abbiamo nel bene e nel male ulteriormente sviluppato proprio a causa della pandemia, che abbiamo imparato a conoscere meglio, allora, come insegna il ciclo di Deming, abbiamo avanzato nel miglioramento continuo. Sto parlando dell’emozione.

In questo periodo di emergenza, abbiamo fatto appello alla competenza, fatto tesoro della flessibilità e della capacità di diversificare, spronato la creatività, investito in ricerca, definito prassi e metodi, seguito standards. Ma un’ulteriore dimensione abbiamo sviluppato: l’emozione, e non solo sotto l’aspetto puramente legato ai sentimenti, al binomio piangere/gioire. Anche sul piano lavorativo l’emozione ci ha supportato, perché l’emozione crea, motiva, aiuta a progettare, porta a sognare, a guardare lontano. Non a caso in questo numero molti protagonisti del nostro settore parlano dell’importanza di mettere passione nel proprio lavoro, passione per la sicurezza. È la passione che ci rende donne e uomini speciali.

Questo è il numero di fine anno, quando si fanno riflessioni e bilanci, si definiscono nuovi progetti, si scrutano nuovi orizzonti.

Nell’augurare a tutti, a nome del Comitato Scientifico, del Team di S News e mio personale un buon 2021, vi lasciamo anche alla lettura del presente numero, con l’augurio che il pragmatismo del miglioramento continuo che la security ben ci sa insegnare unito all’emozione ed alla passione per ciò che facciamo, possano essere d’aiuto a creare ed a costruire un anno migliore, per un mondo migliore per noi e le future generazioni.  

Buona lettura!

di Monica Bertolo

S News n.55 (cliccare qui per il download)

30.12.2020


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Alzi la mano chi si connette ai social media quando lavora

I Social Media, argomento di estrema attualità su vari fronti particolarmente in questo...

SATEL guarda al futuro e punta sul 4G/LTE

Satel ha dimostrato decisa intraprendenza nel continuo miglioramento del suo portfolio in...

AXIS I8016-LVE Compact and Robust Network Video Intercom

Axis Communications presents  AXIS I8016-LVE a highly robust, vandal-resistant network...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.