Tecnologie e Servizi // Case Sicurezza Solidale cittadina

Beta Cavi e la Videosorveglianza Solidale

Condividi

Beta Cavi presenta il progetto Tecvoz Nuvem, un sistema di videosorveglianza della Prefettura di Sao Paulo (Brasile), che con i suoi 12.000.000 di abitanti ed un rating di criminalità pari a 11,8 omicidi all’anno ogni 100.000 abitanti, all’incirca cento al mese, rimarca l’impellente necessità di garantire sicurezza, a tutela dei propri cittadini e visitatori.

L’obiettivo: realizzazione di un sistema con standard di affidabilità molto elevato e ridotta manutenzione.

I requisiti: elevate performances e flessibilità.

LA REALIZZAZIONE DELLA SOLUZIONE

Il progetto pilota, lanciato dalla società Tecvoz che ha preso piede nella città di Sao Paulo, per poi espandersi ad altre Prefetture sul territorio brasiliano, ha visto il coinvolgimento di Beta Cavi do Brasil come partner tecnologico per l’infrastruttura.
La scelta non è stata casuale in quanto, nonostante Beta Cavi do Brasil sia neonata sul territorio Brasiliano e possa vantare poco più di 3 anni di attività, rappresenta ad oggi il punto di riferimento più qualificato di tutto il comparto sicurezza in Brasile in termini di cablaggio e soluzioni innovative.

Il progetto, denominato Tecvoz Nuvem, prevede l’installazione di telecamere IP, sia esse private che pubbliche, accessibili da tutta l’utenza, previo il pagamento di una quota mensile. Per capire al meglio le motivazioni che spingono un privato a sottoscrivere un abbonamento, ad esempio per avere accesso alle telecamere della via in cui abita o dove si sta recando, è opportuno prima tenere in considerazione la quantità e l’efferatezza delle azioni criminali che si consumano sul territorio quotidianamente.
Per dare un’idea più tangibile e per capire quanto questa condizione di vita sia invasiva, prendiamo ad esempio un condominio tipo, abitato da poco meno di 300 famiglie. Bene, tale condominio ha in dotazione all’incirca 160 telecamere per riprese interne ed esterne, oltre ad un portierato 24 ore su 24 e protezione elettrizzata sul perimetro dell’edificio.

Tecvoz Nuvem registra costantemente le riprese video allocandole appunto su di un Cloud al fine di prevenire la rimozione della memoria fisica da parte di malintenzionati.

La soluzione Beta Cavi in risposta alle esigenze progettuali è stata la seguente:
  Cavo U/UTP Cat 6 SL per il collegamento di apparati a distanza ≤ 100 metri
  Cavo HDIP per il collegamento di apparati a distanza ≤ 200 metri
  Cavo EoC per il collegamento di apparati a distanza ≤ 500 metri

I BENEFICI

L’infrastruttura è in grado di supportare collegamenti punto a punto con o senza POE. Inoltre, le distanze raggiunte non prevedono ulteriore impiego di apparati posti a metà della linea. Questo per evitare quanto più possibile l’impiego di switch e ridurre al minimo la manutenzione aumentando l’affidabilità del sistema.

la Redazione

12.09.2017


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Sicurezza informatica: l’Italia a novembre peggiora nella classifica mondiale dei Paesi più attaccati

I dati del Global Threat Impact Index di novembre di Check Point® Software Technologies Ltd....

Affrontare l'inverno

L’inverno è una stagione che, grazie al freddo e al buio (anche se non li amiamo...

Paolo Vento: la forte presenza di Sicurit in Italia ed all'estero

A Fiera Sicurezza S News incontra Paolo Vento, Amministratore Delegato Sicurit. Forte la...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.