Tecnologie e Servizi // Zoom Connettori

Connettori di un sistema di videosorveglianza HD? La risposta vincente di Beta Cavi: Connettori BNC

Condividi

Spesso visto solo come accessorio di un impianto di videosorveglianza, si tende a trascurare l’importanza degli elementi di connessione. Immagini degradate, perdita di dettagli, effetto rumore, funzionamento a intermittenza della telecamera, sono solo alcune delle problematiche introdotte dalla scelta errata del connettore, problema che frequentemente l’installatore si trova ad affrontare.
In questi ultimi anni ci si è concentrati molto sulla possibilità di progettare e offrire un sistema di connessione in grado di assicurare il mantenimento dei requisiti tecnici e trasmissivi del sistema.

L’obiettivo
Obiettivo primario fu quello di ricercare una soluzione in grado di non far degradare la qualità video offerta dalle nuove tecnologie, casistica che inevitabilmente accade, mediante l’impiego di connettori tradizionali o connettori a saldare.

L’analisi
Dall’analisi tecnico/funzionale, è emerso che la quasi totalità dei connettori reperibili in commercio subisce un processo di nichelatura, finalizzata a conferire una minima resistenza all’ossidazione.
Purtroppo tale processo, oltre ad impattare sui parametri trasmissivi, non garantisce in maniera definitiva la soluzione al problema dell’ossidazione, comportando nel tempo un degrado della qualità video sulla linea.

LA REALIZZAZIONE DELLA SOLUZIONE
La stretta collaborazione tra la ricerca e sviluppo di Cabelcom e Beta Cavi, ha permesso l’introduzione sul mercato di un connettore BNC innovativo, in grado di risolvere la quasi totalità delle cause di  deterioramento dei parametri trasmissivi dell’interconnessione, di offrire soluzioni rispetto alle principali problematiche impiantistiche e di semplificare la procedura di connessione all’installatore.

Brevettato a livello internazionale, questo connettore viene realizzato interamente (sia corpo che pin centrale) in NiTin6, materiale inossidabile, non magnetico, ad alta conducibilità. Tale caratteristica risolve definitivamente la problematica legata al degrado dell’interconnessione, dovuta ad un peggioramento dei parametri trasmissivi a seguito del processo di nichelatura e al processo di ossidazione.

Poter fruire di un connettore innovativo composto da un unico pezzo e non dalle solite 2 o 3 parti (pin centrale, bussola, corpo del connettore), risolve all’installatore una serie di problematiche che causano una perdita notevole di tempo e di materiali nella fase di connessione.
Particolare attenzione è stata data anche alle sue caratteristiche meccaniche, focalizzandosi sullo studio e sulla soluzione di alcune delle principali cause di difettosità.

Garantire una resistenza alla trazione di 60 Newton permetteva di risolvere tutta una serie di problematiche tipiche delle interconnessioni a RAC dovute alla scarsa resistenza alla trazione. Assicurare un grado IPX8 (ad immersione) rendeva indiscutibilmente affidabile l’interconnessione prevenendo possibili cause di degrado della qualità video, tipo presenza di umidità, ossidazione delle interconnessioni ed altro ancora.
L’impiego di un materiale brevettato di derivazione militare ad alta conducibilità garantisce il mantenimento delle caratteristiche trasmissive, indipendentemente dalle condizioni ambientali in cui ci si trovava ad operare.

La realizzazione di questo connettore in un unico pezzo, semplifica notevolmente le fasi installative, risolvendo all’installatore alcune delle più comuni problematiche tra cui:
•caduta accidentale del pin centrale;
•tranciatura del pin durante la fase di infilaggio e “crimpaggio” del conduttore centrale;
•dimenticanza della bussola.

Queste problematiche obbligavano l’installatore a scartare e ripetere l’operazione di connessione.
Tali peculiarità meccaniche, abbinate alle sue caratteristiche tecniche trasmissive, decisamente superiori ai comuni connettori reperibili sul mercato, hanno permesso a questo nuovo componente di diventare il punto di riferimento per le connessioni di qualità relative alle nuove tecnologie di videosorveglianza HD.

Oltre a garantire il mantenimento delle caratteristiche trasmissive in modo eccellente, indipendentemente dalle condizioni ambientali di impiego, la sua semplicità di utilizzo e la velocità installativa consentono, garantendo l’affidabilità della connessione, di risparmiare tempo, evitando così di investire parecchi giorni di lavoro nella ricerca di false problematiche di funzionamento dell’impianto stesso.

la Redazione


BetaCavi

 

23.10.2017


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Dal Caravanserraglio Normativo al nuovo Ordine Cosmologico

15 novembre 2017: Tavola Rotonda “Le tutele sul lavoro contro i rischi di Security nello...

Fondazione Hruby: uno spazio dove riflettere a Sicurezza 2017

Fondazione Enzo Hruby è presente a Sicurezza 2017 presso il Padiglione 7 - stand K21. Lo...

Videostar a Sicurezza 2017 con la tecnologia fisheye

Videostar presenta a Sicurezza 2017, Padiglione 7 Stand N27 P28, le telecamere IP mod. 4IPFD53P5...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.