Tecnologie e Servizi // Case History

Johnson Controls e la sicurezza della National Gallery di Londra

Condividi

Johnson Controls è stata nuovamente scelta dalla National Gallery di Londra per i servizi di gestione e manutenzione dei sistemi di sicurezza e di antincendio implementati all’interno delle sue sale.
Fondato nel 1824, il famoso museo ospita una delle più grandi collezioni di dipinti europei al mondo ed uno dei suoi scopi è quello di preservare le opere della sua Collezione per le generazioni future.

LA REALIZZAZIONE ED I BENEFICI DELLA SOLUZIONE JOHNSON CONTROLS
Garantire la sicurezza della Collezione della National Gallery, rendendola allo stesso tempo accessibile al grande pubblico, presentava una serie di sfide a livello di security. Era necessaria una strategia che prevedesse l’implementazione di una rete completa di telecamere di videosorveglianza, un sofisticato sistema di controllo degli accessi e uno di gestione degli incendi. Il perfetto funzionamento dei sistemi 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana era di fondamentale importanza per la sicurezza della Collezione.

Oltre a garantire la sicurezza della Collezione, degli ambienti e l’incolumità dei visitatori, ispezioni regolari e manutenzione ordinaria proteggono gli investimenti nei sistemi di fire e security della National Gallery. Senza una manutenzione efficace, anche i migliori apparati si deteriorano e la sicurezza potrebbe essere messa a rischio. In mancanza di una risposta rapida, persino un guasto in apparenza irrilevante è in grado di causare gravi problemi. 

Servizi rapidi e manutenzione regolare garantiscono che i sistemi di sicurezza e antincendio entrino in funzione quando necessario, riducendo al minimo l’incidenza e la durata dei downtime, mantenendo elevati livelli di prestazioni e prolungando, nel contempo, il ciclo di vita degli apparati.

“Johnson Controls è partner di fiducia della Gallery dal 1999 - sottolineano da Johnson Controls - anno dal quale presta servizi di assistenza e manutenzione dei sistemi implementati, un’attività, come si è visto, importante quanto l’installazione degli stessi.

Il processo di selezione del vendor a cui affidare la gestione del vasto sistema di sicurezza e antincendio della National Gallery è complesso. Il contratto, della durata di cinque anni, viene pubblicizzato sulle pagine dell’European Journal e attraverso una rigorosa procedura di valutazione è possibile determinare il fornitore più appropriato. I criteri di scelta sono vari, tra cui la reputazione e la solidità finanziaria delle aziende candidate, la loro esperienza in ambienti simili e con i sistemi di sicurezza in uso, oltre ovviamente alla competitività in termini di costi. Ormai da 20 anni, Johnson Controls è la prima scelta della Gallery, ripagando con i fatti la fiducia accordata”, specificano.

“I sistemi di sicurezza implementati presso la National Gallery integrano prodotti di vendor differenti”, evidenzia Richard Swain Sales Director di Johnson Controls. “Grazie alla competenza e all’esperienza in materia dei nostri tecnici, Johnson Controls non solo è in grado di fornire pieno supporto e assistenza ai sistemi installati direttamente da noi, ma anche a quelli forniti e messi in funzione da altre aziende”.
Considerato il numero elevato di telecamere, rivelatori di incendi, unità rompi vetro, dispositivi di allarme e card reader, la manutenzione del sistema di sicurezza e antincendio implementato presso la Galleria non è di certo un compito semplice. Johnson Controls ha infatti previsto la presenza on-site di un proprio tecnico dedicato cinque giorni alla settimana e disponibile su chiamata nel weekend. È considerato a tutti gli effetti parte del team di sicurezza della National Gallery ed è essenziale per la fornitura continua dei servizi di sicurezza.

Grazie a un rigoroso programma di ispezioni regolari e di manutenzione ordinaria viene periodicamente generato un rapporto dettagliato sulle attività poste in essere, che mostra date, tempistiche e risultati di tutti i test e rileva eventuali problematiche, fornendo così informazioni preziose agli addetti che possono in questo modo attivarsi immediatamente per far fronte alle esigenze nelle aree coinvolte. In caso di usura delle componenti, il service plan offerto da Johnson Controls prevede inoltre l'installazione gratuita delle parti di ricambio.

“In media sono solo 15-20 le segnalazioni di guasti al mese, un risultato di cui siamo orgogliosi, considerato l’elevato numero di dispositivi da manutenere”, sottolinea Steve Inman, Engineering Works Manager presso la National Gallery. “L’elevato livello di dettaglio con cui viene pianificata la manutenzione scongiura il rischio di guasti imprevisti, assicurando un ambiente molto sicuro per la Collezione ma anche per visitatori e personale”.

la Redazione

11.02.2019


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Panasonic: I-Pro Extreme, visione notturna a colori 24/7

Panasonic amplia la serie i-Pro Extreme aggiungendo sei nuovi modelli compatti, dotati di...

Notre Dame Fire: Euralarm's Statement

The Notre Dame Fire shocked the world. S News asked Euralarm for his statement and promptly the...

Incendio di Notre Dame: la dichiarazione di Euralarm

L’incendio di Notre Dame ha scioccato il mondo. S News ha chiesto ad Euralarm una...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.