Tecnologie e Servizi // Zoom Videosorveglianza

Videostar: Risoluzione fino a 5 Megapixel anche su cavo coassiale

Condividi

Uno dei compiti dell’installatore è quello legato alla scelta della soluzione da proporre al cliente finale. In questa fase intervengono diversi fattori, legati sia alla topologia dell’impianto da realizzare (distanze tra il sistema di registrazione e telecamere, ampiezza delle aree da coprire, luminosità degli ambienti da riprendere ecc.) sia alle esigenze del cliente (risoluzione delle telecamere legata alla qualità del dettaglio, compatibilità con i sistemi informatici già in uso, costo dell’impianto).

Se in passato il cliente avesse richiesto una risoluzione delle immagini da riprendere superiore a 1080P, l’installatore avrebbe potuto proporre esclusivamente un sistema di videosorveglianza digitale IP, per fornire registrazioni a 3, 4, 5 o 8 megapixel.

Oggi, mediante investimenti seri in R&D, è possibile ottenere immagini con risoluzione fino a 5 Megapixel anche nei sistemi di videosorveglianza che utilizzano, come mezzo di trasmissione il cavo coassiale (o doppino telefonico). La distanza massima di trasmissione dati rimane comunque una variabile legata alla qualità del cavo utilizzato o dei sistemi di trasmissione su doppino (nelle migliori condizioni utilizzando un cavo coassiale RG59 di buona qualità, la distanza massima tra telecamera e videoregistratore è 500 metri).

tecnologia_hd_over_coax

LE CARATTERISTICHE
sistemi HD over Coax, basati sulla nuova tecnologia introdotta da TechPoint e sul nuovo sensore CMOS Aptina, sono in grado di fornire una risoluzione pari a 5 Megapixel (2560*1920 pixel) e, in abbinamento alla serie di telecamere Videostar, permettono al tecnico di realizzare in maniera veloce e semplice un sistema di videosorveglianza professionale ad alta risoluzione, in grado di soddisfare anche il cliente più esigente.

Le nuove telecamere con la funzione 4in1, mediante un semplice switch consentono di modificare il formato video in uscita, selezionando la modalità CVI, AHD, TVI o CVBS in funzione del sistema di registrazione presente sull’impianto.

xvr_videostar


La stessa tecnologia proposta da TechPoint per le telecamere, è proposta anche per i sistemi di registrazione in abbinamento ai processori della HiSilicon.

Videostar presenta ai suoi clienti una nuova versione di XVR (soluzione 5in1 compatibile con i formati presenti in commercio CVI, AHD,TVI, CVBS e IP ONVIF) che consente una registrazione per singola telecamera a una risoluzione video massima pari 5 Megapixel a 10 FPS (o 4MP a 15 FPS).

Altra importante e utile caratteristica di questa tecnologia è la funzione UTC (Up to Coax). In pratica è possibile controllare il menù OSD, pan, tilt, zoom e messa a fuoco delle telecamere HD direttamente dal XVR, rendendo la prima installazione e gestione del sistema di videosorveglianza un’operazione estremamente semplice e immediata, che non obbliga più a operare sul joystick di ogni singola telecamera.

La nuova serie di prodotti, oltre alle migliorie precedentemente menzionate, possiede un’uscita CVBS programmabile in modalità SPOT o Multi-View, per venire incontro a coloro che desiderano sostituire il vecchio videoregistratore senza modificare la topologia del proprio impianto.

Altre caratteristiche da non sottovalutare sono:
• Analisi video (attraversamento linea ed intrusione in area);
• Cloud P2P per facilitare le operazioni di collegamento a Internet;
• Registrazione per evento su cloud Dropbox o Google Drive;
• Invio di email con allegato;
• Auto-riconoscimento del formato video in ingresso dai canali analogici;
• Supporto del protocollo RTSP, trasmissione/ricezione IP dello streaming video;
• Applicazione mobile per iOS (iPhone e iPad) e Android, disponibile anche nella versione HD per tablet;
• Software Central Monitoring Station fino a 128 canali (Windows compatibile).

Videostar si conferma un’azienda sempre attenta alle nuove tecnologie e alle richieste di mercato, ed in grado di contribuire ad elevare la professionalità dei suoi clienti.

la Redazione

05.12.2017


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Sicurezza informatica: l’Italia a novembre peggiora nella classifica mondiale dei Paesi più attaccati

I dati del Global Threat Impact Index di novembre di Check Point® Software Technologies Ltd....

Affrontare l'inverno

L’inverno è una stagione che, grazie al freddo e al buio (anche se non li amiamo...

Paolo Vento: la forte presenza di Sicurit in Italia ed all'estero

A Fiera Sicurezza S News incontra Paolo Vento, Amministratore Delegato Sicurit. Forte la...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.