Vigilanza H24 // Security Management

Kriptia Investigazioni e Intelligence: sconvolgere gli stereotipi a vantaggio del settore

Condividi

Kriptia, fondata nel 2012 per portare innovazione nel settore della security aziendale, vede tra le sue macro aree d’intervento le Investigazioni Aziendali e l’Intelligence.
Sul tema S News incontra Ediale Baselli, Head of Investigation and Intelligence, Kriptia.

Innanzitutto è davvero un piacere incontrare una giovane signora in questo settore. Quello delle investigazioni, in effetti, sembra essere ancora un ambito prettamente maschile nel nostro Paese, corretto?
Anzitutto vi ringrazio per questa opportunità, il piacere è reciproco. Rispondere a questa domanda mi preme particolarmente, in quanto la mia carriera professionale nel mondo delle investigazioni è cominciata appunto come giovane donna obbligata a confrontarsi con una componente maschile molto forte. Se ci pensiamo, anche a livello cinematografico, l'investigatore privato è sempre apparso come un uomo, spesso proveniente dal mondo delle forze dell'ordine, legato a dinamiche al limite tra la legalità e l'illegalità. Ed è proprio questa visione che Kriptia sta cercando di "sconvolgere", grazie all'introduzione di irrinunciabili parametri fondamentali di etica, correttezza, competenza e lealtà.
La distinzione non sarà più quindi tra uomo e donna, bensì tra professionista e non professionista, con la grande consapevolezza che coniugare le abilità femminili e maschili è la vera forza. La mia personalissima esperienza mi ha insegnato che, per raggiungere un risultato ottimale, uomo e donna devono fare squadra, sfruttando e mescolando le proprie attitudini e la propria predisposizione.

Ci risulta che i servizi investigativi oggi non siano solo richiesti dalle grandi Corporates, ma anche dalle PMI. Quale quindi la valenza del settore in tale ottica e a quali necessità date risposta?
Si può dire che le esigenze delle Corporates e delle PMI differiscano, pur condividendo gli stessi obiettivi. Da una parte le Corporates hanno un assetto più strutturato e, di conseguenza, gestiscono gli eventi in maniera funzionale. Le PMI invece, avendo un diverso tipo di organizzazione, preferiscono affidarsi a noi che non solo gestiamo l'attività investigativa ma, allo stesso tempo, abbiamo la possibilità di approcciarci a una criticità o a un problema a 360°. Difatti, la nostra divisione interna di security si occupa di effettuare dei security assessments al fine di gestire l'evento in tutte le sue fasi, supportando la PMI nel raggiungimento del risultato finale. Così come le Corporates, anche le PMI si trovano spesso a fare i conti con dipendenti infedeli o episodi di concorrenza sleale ed è proprio quello il momento in cui un'azienda si rende conto di aver bisogno di investire per trarre benefici, dandosi la possibilità di "tagliare i rami secchi", come si suol dire. In questo modo l'azienda fronteggerà problematiche di tipo economico da un lato e, forse più importante, reputazionali dall'altro.

Kriptia è operativamente presente anche all'estero. Quali gli ambiti nei quali vi siete specializzati, sia in Italia che in altri Paesi?
L'estero ha un approccio diverso per quanto riguarda l'aspetto investigativo, sotto alcuni aspetti più "libero". Noi di Kriptia supportiamo diverse aziende e multinazionali italiane che hanno interessi o problemi da risolvere all'estero grazie al nostro network, il quale gestisce e opera secondo il nostro modello. Altresì, si affidano a noi anche aziende estere che hanno necessità di risolvere problematiche in Italia, certi di trovare un fornitore competente e affidabile ma, ancora più importante, che agisce secondo rigidi criteri in cui diverse multinazionali estere credono e che pretendono. Non a caso, Kriptia ha deciso di certificarsi secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015. Senza ombra di dubbio i servizi più richiesti dalle aziende estere sono le attività di Integrity Due Diligence, che mirano a verificare l'etica e l'affidabilità, nonché la reputazione, di partners, soci o stakeholders in generale. Seppur utilizzando la metodologia OSINT, diventa fondamentale sfruttare l'approccio investigativo, dando così vita a un risultato squisitamente di intelligence

Guardando in prospettiva, quali a vostro avviso i futuri bisogni del vostro mercato di riferimento e quale quindi l'evoluzione di questo settore?
La nostra prospettiva è sicuramente quella di ramificare sempre di più la nostra metodologia all'estero, non solo sfruttando il nostro network ma anche con delle filiali. Auspichiamo a una collaborazione viva con i nostri colleghi, di cui ci auguriamo di avere l'appoggio, per continuare a fare squadra giorno dopo giorno. È nostra opinione che solo insieme sarà possibile rendere il mercato più solido, dando un'immagine più seria e rispettabile della nostra professione, cosicché anche i clienti si sentiranno sicuri di affidarsi ai professionisti del nostro settore, senza avere il timore di incappare in qualche millantatore poco etico.

a cura di Monica Bertolo

Kriptia_Security and Safety Solutions

10.01.2022


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

TaoSicurezza 2022: Save the Date!

TaoSicurezza 2022: ritorna la Fiera di riferimento per il settore della Sicurezza del Sud...

Politec: tecnologia e valido supporto alla progettazione protezione perimetrale

Politec sottolinea che progettare un impianto di protezione perimetrale è un impegno...

Digitronica.IT: digitalizzare i processi. Come e perché?

Digitronica.IT sulla digitalizzazione dei processi sta lavorando da tempo. Per approfondire...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.